PARADISO PERDUTO


“…Ogni cosa è ciò che è.
Il colore del giorno,
il modo in cui ti sentivi da bambino,
la sensazione dell’acqua salata sulle gambe scottate dal sole…
…A volte l’acqua è gialla,
a volte è rossa.
Ma il colore che hai nella memoria varia col variare dei gorni.”
“…Dunque sapevo ancora disegnare.
Per quanto abusate e trascurate, le mie capacità erano rimaste intatte.
Mi era stato dato un dono, ed io non l’avevo perduto.
Ogni altra cosa al confronto era come sfumata.
Che senso ha? Cosa c’è dietro l’immagine del mondo?
Quando un dono è autentico lo riconosciamo in noi stessi e negli altri.
Riconosciamo l’amore.
Un dono del tutto immeritato.”
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...