Convivenza domestica.


Cavolo. Possibile sia passato così tanto tempo dall’ultima volta? …..Bhè, Mozilla non ricordava più la mia password….figuriamoci io!

Oggi per me è finita l’estate. Sarà che associo questo momento all’arrivo della prima pioggia, ma devo ammettere che ERAORA!!! Dopo tutte le giornate passate a controllare ogni movimento per evitare la conseguente dissipazione di ogni mio liquido corporeo, finalmente mi posso rilassare! Finalmente arriva quell’arietta umida e frizzantina che rende le giornate un pò grigie. D’altronde, a me i toni melange son sempre piaciuti.

Come al solito, questo periodo è segnato, per me, dal rientro in città, dal rientro all’università, dal rientro nella routine casalinga… insomma…dal rientro nella mia vita. Non faccio neanche un balzo nelle mie solite abitudini, che mi ritrovo letteralmente invasa. Èh già! Perchè, manco-a-fallo-apposta, state sicuri che quando più avete bisogno di concentrazione, riposo, coerenza e tempo arriva sempre lei! La nonna! Quell’adorabile mix di delicatezza e tatto che, mossi a compassione dalla sua ormai inevitabile demenza senile, appena mi vede mi fà:

“Ammazza’o, sei tornata più-bianca-de-prima!”

“Nonna guarda che invece sono molto più scura dei miei standard estivi”

Ma che’st’addì, sò più nera io che ‘r sole l’ho preso de striscio!

Naturalmente non ci facciamo mancare:

” Sarè, vedessi Giulia!!! O, in 15 giorni ha messo su più tette de te!”

“Grazie nonna, questi infusi di autostima li aspetto sempre come il muesli a colazione!”

E per concludere:

Oddio-ch’hai-fatto?!?!?!!?”

“ODDIO CH’HÒ FATTO????”

“Là, là! Ch’hai fatto che sei piena de bolle?  Te sei scorticata la faccia?”

“A nò, ma dove!?!?!”

“Là, sulla guancia!!!!!”

Mi appello al primo specchio. L’ipocondria da dissanguamento da cui era momentaneamente posseduta derivava da DUE, e dico DUE di numero (1+1) bollicine! Che io ci ho messo 10 giorni a non far uscire sfoghi di genere alcuno (sennòilmiouomochilosente?) su tutto il resto della faccia e lei un altro pò non mi manda al pronto soccorso per DUE brufoletti. Al che, per disperazione:

“A nò, ma ce sei venuta apposta da casa tua a famme tutti sti complimenti?! No perchè, al quarto vinci ‘n abbacchio a rotelle! Eccheccavolo!”

Al suo: “E che t’avrò detto mai, ammazza come sei permalosa!” alzo i tacchi e me ne torno in camera.

Nonne. Dopo i 75 sanno rincoglionirti più di 20 minuti di hardcore!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...