Apatia novembrina e dolcetto salva-giornata.


Dicono siano gli strascichi dell’uragano Sandy.

C’è che diluvia da stamattina e alle 15 già sembrava sera. Sono giornate come questa che mettono apatia, quelle giornate che ti alzi e vuoi rimanere in pigiama (e ci resti, difatti) sperando magari che finisca al più presto e torni subito l’ora di andare a dormire, con la speranza di una bella giornata l’indomani a darti il buongiorno.

C’è che sono le 15 e non sai che fare:

  • Studiare, hai studiato.
  • Sistemare, hai sistemato.
  • Controllate le mail.
  • Rotto le scatole al gatto.
  • Spulciati i siti preferiti.

Ma in giornate come questa, quando hai il tuo compagno lontano e le coccole sotto il piumone vedendo un film sono, quindi, limitate, poche cose possono risollevare il pomeriggio: shopping (online) o un dolce.

Non c’è nulla di più rassicurante e tranquillizzante di un dolce fatto con le proprie mani (ma non si disdegnano anche quelli comprati!).

In primis, occupa tempo.

Tutto quel tempo che non sai dove convogliare e quella voglia di fare che però non scaturisce in nulla, vengono indirizzati verso un fine buono e giusto: coccolarsi con dolcezza.

In secundis, sai cosa c’è dentro.

Ora, per me e mia mamma, che siamo a dieta un mese si e l’altro pure, e che stiamo rigidamente (più lei che io) cercando di raggiungere finalmente il nostro peso-forma, sapere cosa contiene un dolce in termini di ingredienti è basilare. Per questo andiamo a caccia di ricette dietetiche o di riadattamenti ipocalorici dei nostri dolci preferiti con quel che ci è concesso mangiare. Perché la dieta, senza gratificazioni di tanto in tanto, non porta a nulla, incattivisce e rende smaniose. Quindi tanto vale osare! 😉

Su Facebook avevo già accennato ad una versione light della tanto adorata cioccolata calda. Chi non sogna di rientrare a casa dopo una fredda giornata, buttarsi sotto un plaid davanti a un film, con una bella tazza di cioccolata calda fumante a scaldare mani, corpo e cuore? 🙂 Io non posso farne a meno!

Questa volta io e mamma ci siamo cimentate nel preparare la CREMA PASTICCERA.

Gli ingredienti:

  1. 2 uova.
  2. 2 cucchiaini di Maizena (o amido di mais, o un qualsiasi addensante voi preferiate).
  3. 500 Cl di latte magro scremato al 100%.
  4. 1 cucchiaino di dolcificante liquido (saccarosio) o, per i più temerari, 7-8 pasticchette di aspartame tritate (ma ve lo sconsiglio, pare faccia male).
  5. 2 scorzette di limone.
    Passaggi:
  1. Si rompono le due uova in un pentolino medio-alto.
  2. Si aggiungono i due cucchiaini di maizena.
  3. Si mescola finché i grumi di maizena non si siano sciolti e amalgamati con le uova.
  4. Si aggiunge a filo il latte, continuando a mescolare.
  5. Si porta a bollore continuando a mescolare per ulteriori 15 minuti.
  6. Una volta spento il fuoco si aggiungono le due scorze di limone.
  7. E si aggiunge il dolcificante continuando a mescolare con la frusta stemperando il composto per altri 5 minuti.
  8. Ora potete versare la crema in due scodelline e aspettare che si freddino un po’ così da lasciarle rassodare e poterle poi gustare come un morbido budino. 🙂

Come avrete notato, abbiamo fatto la scoperta dell’acqua calda! Ma quando non si è a dieta raramente ci si ingegna nel cercare soluzioni magre per gustare i piatti che più ci piacciono! Noi ci proviamo ogni giorno, affinché il nostro perdere quei chiletti di troppo non sia mai monotono e ripetitivo, perché il mangiare è uno dei piaceri più belli della vita e se va fatto con accortezza, tanto vale non privarsi di tutte le possibili combinazioni a noi concesse. 🙂

Ed ora….

Annunci

4 thoughts on “Apatia novembrina e dolcetto salva-giornata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...