TheMicam P/E 2014: Aldo Castagna.

logoLa collezione Primavera Estate 2014 firmata Aldo Castagna pare creata appositamente per la sottoscritta. 

Quando sono entrata nello stand avevo le lacrime agli occhi dalla commozione (sì, cerebrale, penserete!)! Chi può mai commuoversi dalla gioia osservando una collezione di scarpe?

Io. Perché ogni calzatura di quella collezione sembra gridare “Sara! Sara! Sara!” da ogni millimetro di tomaia!Aldo_Castagna_Micam

Ma freniamo gli entusiasmi per ora, voglio mostrarvi con calma quel che mi è stato concesso di vedere e fotografare. Anche in questo caso voglio ringraziare il personale assistente e il designer per avermi concesso di documentare la mia esperienza!  Continua a leggere

Annunci

Liebster Blog Award! *_*

liebster-blog-award1Se  in passato qualcuno mi avesse detto che un giorno avrei ricevuto un riconoscimento per il mio blog, probabilmente sarei scoppiata a ridere.
Non ho mai visto il mio blog come qualcosa di diverso di un calderone dove conservare tante piccole parti della mia vita che rappresentano qualcosa di me e per me. Sapere che il mio blog viene letto, apprezzato e riconosciuto mi riempie il cuore di gioia e non posso fare a meno di ringraziare ILTOCCOGLAM  per avermi nominata per i Liebster Blog Award ma anche tutti quanti voi per la  presenza costante e affettuosa che tutti i giorni mi dimostrate qui sul mio blog e sulla mia pagina facebook.Mi sono informata sul web, non ero assolutamente a conoscenza di questa iniziativa, pertanto vi riporto le regole in modo che anche voi sappiate di cosa si tratta!Questo riconoscimento parte da noi blogger per altri blogger che hanno meno di 200 followers per aiutarci ad ottenere visibilità. Io ne ho 51, quindi direi che rientro nella sfera di legittimità! :PLe regole da rispettare sono le seguenti:

  1. Il ricevente del premio ringrazia il blog che l’ha premiato;
  2. Copiare ed incollare l’immagine del Liebster Blog inserendola in un post;
  3. Scegliere cinque blog meritevoli, tra quelli che segue con meno di duecento iscritti;
  4. Avvisare i blogger del riconoscimento lasciando un commento al loro blog;
  5. Raccontare 11 cose su di sé;
  6. Rispondere ad 11 domande scritte da chi lo ha nominato;
  7. Scrivere a sua volta 11 domande per i blog che nominerà a sua volta.

Vi racconto 11 cose su di me! Continua a leggere

Penso possa bastare.

heartPenso possa bastare una domenica pigra ma attiva. Lenta e svelta, ma piano.

Penso possa bastare: “Facciamo colazione insieme” – “Un succo di frutta, grazie.”

Penso possa bastare: “Vieni a prendere un caffè?” – “Ma siete sorelle?” Continua a leggere

10000 + giveaway?

Caspita! Non posso distrarmi un attimo e qui sforiamo i 10000!!!! Sono andata a cena tutta calma e tranquilla, torno qui, aggiorno e….ta-dan!

Mi ritrovo questa sorpresa!

10000❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤ Continua a leggere

Una giornata di sole.

miu miu (3)Oggi è una bellissima giornata di sole. Fredda, ma limpida.

E’ una giornata ideale per fare una passeggiata, riempire i polmoni di aria frizzantina, gli occhi di colori natalizi, ultimare i regali.

Decido di vestirmi carina, essere me stessa in ogni piccolo dettaglio: le mie scarpine nuove, il ciondolo a cuore che cela un orologio, una farfalla d’argento appuntata sul mio cappellino preferito.

Scendo e accarezzo Nerina. Lei, di rimando, mi scorta fino al cancello. La adoro!

Devo fare poche centinaia di metri, ma per una volta mi concedo il lusso di aspettare l’autobus. Non ho fretta, posso prendermela comoda. In una giornata così, la fretta è peccato. Continua a leggere

Something I’m in love with #4 || Vintage Mood.

Le parole in questo caso non possono aggiungere nulla alle immagini che ho scelto.

Parlano da sé.

♥♥♥

♥♥♥ Continua a leggere

Quando ce vo’, ce vo’ – La mia esperienza DuDu Bags.

Si. Perché quando si dimostra di essere meritevoli, è giusto che questo venga riconosciuto e condiviso.

Vi voglio parlare della mia esperienza con un marchio per me sconosciuto fino a qualche mese fa, che però ha saputo conquistarmi immediatamente sia per la qualità dei suoi prodotti (nonché la loro bellezza) che per la correttezza del suo staff.

Sto’ parlando di un’azienda che produce borse e portafogli in pelle, di qualità ottima e di forme bellissime, sia classiche che moderne. Il loro sito lo trovò casualmente mia mamma un paio di mesi fa, e quando vide che tra i loro prodotti c’era anche una borsa dello stesso stile che cercavo da almeno un anno senza, ahimè, essermici ancora imbattuta, ricordo che mi chiamò subito: “SARA, SARA, GUARDA COS’HO TROVATO!!!”

Corsi di là, alla sua postazione PC , SI, perché noi in casa abbiamo un PC per uno, e a volte ci capita anche di chattare tra di noi per dirci qualcosa senza doverci necessariamente raggiungere (lo so’, non siamo normali, siate clementi!) e quando vidi l’oggetto che meritava non solo un link in chat, bensì un mio viaggio dalla mia stanza al soggiorno, ricordo che mi si inumidirono gli occhi dalla gioia.

QUELLA BORSA. DOVEVA. ESSERE. MIA.

Tra l’altro, vedendo che il marchio aveva (ed ha tutt’ora) una propria pagina facebook, non aspettai due secondi a diventare fan e…..SORPRESA DELLE SORPRESE! Continua a leggere

Remembering Japan.

Esattamente in questo periodo, due anni fa, Lui mi disse:

“Sai, c’è la possibilità di andare in Giappone, a Dicembre.”

Diciamo che per tutta una concomitanza di eventi che non starò ora qui a spiegare ma che riassumerò semplicemente con “botta-de-culo” ci siamo ritrovati a fare i preparativi per il primissimo viaggio intercontinentale della nostra vita. Vani sono stati i tentativi di convincere mio padre a prestarmi la reflex per poter riportare a casa delle foto decenti. 😦 Ci siamo dovuti accontentare di una compattina, pensando: “Se ci piacerà, ci torneremo.”

Dopo 2 mesi: tra centrali nucleari che esplodono, nuvole radioattive, tsunami e biosfera contaminata, la rosicatio aveva raggiunto livelli biblici. Se mai decideremo di tornarci, dovranno passare minimo 20 anni. 😥 Continua a leggere

Te.

Immagine

“‘Cosa vuoi fare stasera?”

Stasera va bene tutto.
Va bene un film sul divano, va bene una partita a carte, va bene un cocktail in un pub, va bene una panchina e quattro chiacchiere.

Immagine

“Ma voglio che decidi tu”

Continua a leggere